vero-tradimento.jpg

Quando è vero tradimento?

09/10/2013, 15:37

Per alcune è questione di contatto, per altri di sentimento

Uno sguardo, un bacio, una palpatina? Quando può veramente definirsi tradimento? Dovremmo chiederlo al cantante pop del momento Robin Thicke che, in seguito ad una caldissima esibizione con la scatenatissima Myley Cyrus, è stato ritratto intento a palpeggiare le generose curve di una fan durante una foto che ha fatto il giro del web ed è finita proprio sotto gli occhi non poco indispettiti della moglie di lui, Paula Patton.

Il sito di incontri per traditori Incontri-ExtraConiugali.com ha chiesto ad un campione dei suoi iscritti cosa può essere considerato vero tradimento, ed è emerso che per il 39% dei partecipanti il tradimento scatta quando c’è un contatto. Atteggiamento non poco pudico quello dei fedifraghi che, pur essendo traditori seriali o occasionali, hanno un alto senso del legame, ed è forse proprio questa consapevolezza che li porta a oltrepassare la linea e concedersi delle scappatelle.

Sembra pensarla allo stesso modo la moglie di Robin, la quale sembra aver reagito male all’incessante circolazione della foto incriminata in cui il suo “fedele” compagno concede energici abbracci ad una fan, tanto da aver indotto quest’ultimo ad esternare il suo eterno amore e gratitudine nei confronti della moglie in una pubblica dichiarazione avvenuta pochissimi giorni dopo lo scandalo. C’è da chiedersi se sia stato davvero l’amore o i sensi di colpa ad aver dato vita a questa pubblica esternazione.  

Sembra buttarla sul concreto il 34% dei partecipanti che ha infatti ammesso di reputare vero tradimento solo quando è consumato fra le coperte. Niente baci, occhiate o abbracci infuocati, si può essere definiti veri traditori solo se si arde di passione nel modo più consueto, e anche più antico del mondo: il sesso.

Il fondatore del portale specializzato in tradimenti si mostra sorpreso dei risultati: “Devo ammettere che questo riscoperto senso del pudore, questa distorta visione della fedeltà espressa dai fedifraghi che hanno preso parte al sondaggio con una percentuale così alta mi ha a dir poco sorpreso! Questo serve a capire che non si sa mai cosa ci si possa aspettare da un traditore, e che qualsiasi tipo di etichetta o pregiudizio può essere sfatata con una semplice dichiarazione come questa”.

Il restante 27% dichiara di definirlo tradimento solo se scende in campo la componente sentimentale; ovvero quando si ha un coinvolgimento emotivo; poiché al di la della fisicità si stanno tradendo i sentimenti del proprio partner; relegando l’atto fisico del tradire a puro “esercizio” del piacere. 

Potrebbe esser stata questa la scusa utilizzata dal bel cantante americano? Certamente il suo voto sarebbe andato a favore di quest’ultima opzione, che se proprio vogliamo ammetterlo, suona come una giustificazione a “paravento”; del resto il tradimento è un’arte, e solo chi è abile e sa districarsi bene in questo mondo dalle tinte rosso passione può accedervi.

Redazione

CREA IL TUO PROFILO ANONIMO

facile
discreto
sicuro