pasquetta3.jpg

Pasqua con i tuoi, Pasquetta… con l’amante!

01/04/2015, 16:24

Il lunedì dell’Angelo eletto il giorno più piccante per i fedifraghi

Anche quest’anno si ripeterà il rituale pasquale dello scambio di uova di cioccolato, colombe e dolci tipici della tradizione, ma se il giorno di Pasqua si passa in famiglia, da un sondaggio effettuato dal  portale specializzato nei tradimenti  Incontri-Extraconiugali.com sembra essere la Pasquetta il giorno più pepato dell’anno per gli infedeli!

Ben il 74% dei traditori infatti, dopo aver passato la festa comandata della Pasqua con il partner stabile tra  colazioni e pranzi tradizionali, sceglierà quest’anno di soddisfare ben altri appetiti il giorno successivo trascorrendo un piccante e trasgressivo lunedì dell’Angelo con l’amante.  

“Ed io rinascerò cervo a primavera” diceva una famosa canzone… e proprio la primavera sembra essere uno degli elementi scatenanti il gioco della seduzione fedifraga: con il fiorire della natura, le giornate che si allungano e il primo tepore che consente di passare delle ore all’aria aperta, Pasquetta diventa il giorno ideale per inventare improvvise emergenze lavorative o malanni di stagione ed eclissarsi in dolce e segreta compagnia. 

Di questi traditori festivi, seriali o occasionali che siano, il 54% sceglie una SPA per rilassarsi insieme all’oggetto del proprio desiderio trasgressivo, naturalmente con annessa stanza in cui appartarsi per “congiungere”, è proprio il caso di dirlo, il divertimento al relax…

Il 27% invece, più fedele alla tradizione, sceglie la gita fuori porta: tra boschi, campagne e chalet di montagna c’è solo l’imbarazzo della scelta dei luoghi in cui isolarsi, naturalmente al riparo dagli occhi indiscreti degli altri gitanti e, soprattutto, del coniuge ufficiale.

Ma non mancano neanche coloro che, volendo vivere al massimo il brivido del proibito, rischiano ancora di più decidendo di passare la propria Pasquetta trasgressiva… in casa! Il 19% dei fedifraghi del lunedì infatti approfitta dell’assenza del partner tradizionale accampando le più fantasiose scuse o malesseri dell’ultimo minuto, che gli impedisce di partecipare a quel picnic con gli amici organizzato da tempo a cui il coniuge però non deve assolutamente rinunciare.

“Da ciò che emerge dal nostro sondaggio, effettuato su un campione di ben 2000 iscritti al portale – afferma Alex Fantini, fondatore di Incontri-Extraconiugali.com – le feste comandate non rappresentano più un ostacolo per i fedifraghi del 2015, ma in particolare la Pasqua, con i suoi due giorni festivi di seguito, permette di vivere appieno il brivido di conciliare gli impegni tradizionali insieme al coniuge con le avventure trasgressive in compagnia dell’amante”.

Redazione

CREA IL TUO PROFILO ANONIMO

facile
discreto
sicuro