Blog
Adulterio, infedeltà, avventure

matrimonio-tradimento.jpg

Matrimonio e tradimento sono davvero due aspetti antagonisti?

30/10/2012, 17:41

Il tradimento rappresenta da sempre un elemento universalmente considerato di disturbo per le coppie. “Rovina famiglie” veniva e viene tuttora indicato chi, “intromettendosi” nei rapporti istituzionali, ne decreta inesorabilmente, qualora la storia extraconiugale venga scoperta, un brusco peggioramento quando non la vera e propria, definitiva, fine. In realtà non esistono rovina famiglie: nella maggior parte dei casi gli amanti non hanno intenzione di rovinare o distruggere niente. Il rapporto tra matrimonio e tradimento è in realtà una relazione di causa-effetto nella quale il secondo si verifica innanzitutto quando alla coppia manca qualcosa ed è, in questo senso, già rovinata di per sé. È dunque più che lecito chiedersi se piuttosto l’infedeltà non sia foriera di nuova linfa per il rapporto coniugale. In questo senso non sarebbe affatto fuori luogo parlare di una vera e propria funzione terapeutica, ebbene si, terapeutica, del tradimento. La questione è meno paradossale di quanto si possa pensare a prima vista: La catena del matrimonio è così pesante che a volte bisogna essere in tre per portarla, ha scritto Alexandre Dumas figlio. Matrimonio e tradimento, infatti, rispondono a esigenze completamente diverse, e appartengono a campi che, nella stragrande maggioranza dei casi, non entrano in competizione tra loro. Affetto e passione, familiarità e sensualità, quotidianità e novità, sono elementi che non sempre possono convivere all’interno dello stesso ambito. L’infedeltà può rappresentare proprio quella valvola di sfogo che permette al matrimonio di resistere e sopravvivere alle ben più gravi crisi che lo logorano dall’interno. Matrimonio e tradimento possono coesistere, ed è questo l’aspetto che viene sottovalutato dalle teorie perbenistiche e benpensanti che etichettano l’adulterio come qualcosa di sbagliato a prescindere. Accettare di mettere in discussione le rappresentazioni sociali riguardo matrimonio e tradimento significa smettere di pretendere ciò che è pressoché impossibile realizzare: la fedeltà assoluta al rapporto coniugale e il sacrificio totale e completo della parte pulsionale del nostro inconscio, o per dirla nei termini freudiani, dell’Es, al Super-io, cioè di quella che rappresenta a tutti gli effetti il “censore” della nostra psiche.

Redazione

CREA IL TUO PROFILO ANONIMO

facile
discreto
sicuro