Blog
Adulterio, infedeltà, avventure

mariti-cornuti.jpg

Mariti cornuti: le 5 categorie

22/01/2015, 17:51

Di mariti cornuti ce ne sono tanti, si calcola che in Italia il 46% delle donne abbia tradito il proprio marito con un altro uomo almeno una volta nel corso degli anni del matrimonio (senza contare le scappatelle durante il periodo del fidanzamento, non riportate nel sondaggio ma che certo alzerebbero molto la percentuale); ma come possono essere definiti questi uomini? Vittime? O invece sono proprio loro ad essere i carnefici? Inconsapevoli? O piuttosto si approfittano della situazione?
Per uscire da questa selva di domande, di opposti che si attraggono, il portale specializzato in tradimenti Incontri-ExtraConiugali.com ha stilato una classifica dei 5 tipi di mariti cornuti.

1. IL CONSAPEVOLE. Già, fingono di non sapere, ma nella maggior parte dei casi sanno (o immaginano) e in entrambi i casi se ne approfittano. Sempre più spesso, infatti, un tradimento, seppur tenuto nascosto dalle donne ai mariti cornuti, viene scoperto. D’altra parte fra cellulari lasciati qua e là in casa, password dei social network memorizzate sul pc domestico e inequivocabili profumi nel cassetto della biancheria (il tutto unito al fatto che i mariti di oggi sono molto più smaliziati dei loro antenati) è molto facile per un uomo scoprire il tradimento della sua donna. I mariti cornuti consapevoli, dunque, se ne approfittano concedendosi il lusso di non avere sensi di colpa quando si trovano ad intrattenersi con una collega al di fuori dell’orario di lavoro o quando con la scusa di una partita di calcetto trascorrono una serata in compagnia di una vecchia amica ritrovata proprio sui social network. Quando si dice moglie avvisata…

2. L’ISTIGATORE. Ci sono volte che le donne non hanno colpe; o piuttosto volte in cui sono portate alla scappatella da un marito poco presente, troppo geloso o troppo sicuro di sé. Queste donne rendono i loro mariti cornuti per ripicca, per un senso di rivalsa nei confronti di atteggiamenti poco amorosi che magari vanno avanti da anni. I mariti che istigano, spesso, lo fanno proprio senza fare niente nel senso stretto del termine: non un gesto d’affetto, non un’attenzione, non un fiore… e questo comportamento non fa altro che spingere le loro mogli nelle braccia di un amante.

3. IL GIOCATORE. Alcune coppie, poi, tendono a giocare l’uno con l’altra e spesso sono i mariti cornuti a “lanciare” il sasso del gioco di coppia, dove entrambi i coniugi si tradiscono consapevolmente, magari raccontandosi anche le rispettive scappatelle, in un gioco erotico altamente eccitante e al tempo stesso pericoloso.

4. LA VITTIMA. I mariti cornuti-vittime sono una categoria a rischio estinzione, sempre più uomini, infatti, una volta scoperto il tradimento, superano velocemente la fase del vittimismo e dell’autocommiserazione. Chi si sente vittima, in ogni modo, tende a farsi un sano esame di coscienza, dal quale possono anche emergere dei cambiamenti caratteriali che porteranno ad un miglioramento della vita matrimoniale, dopo il tradimento.

Redazione

CREA IL TUO PROFILO ANONIMO

facile
discreto
sicuro