Blog
Adulterio, infedeltà, avventure

francesco-renga.jpg

Il tradimento sbarca al Festival di Sanremo

02/12/2013, 11:16

Il confine tra amore e tradimento è così labile che spesso è difficile da distinguere. Quando si parla d’amore, non si può fare a meno di parlare di tradimento; in fondo potremmo dire che siano l’una la faccia della stessa medaglia dell’altra.

Molte espressioni d’arte, ad esempio, mettono al centro dell’attenzione questo rapporto fra amore e tradimento, mixandoli perfettamente in un tutt’uno, forse perché in fondo molta differenza non c’è. L’espressione d’arte più avvezza a parlarne è la musica; in particolare la musica italiana detiene la fama di essere una poesia d’amore in note per eccellenza. Ma la musica è arte, un’arte che parla d’amore che, come già affermato, è anche tradire. Dunque anche la musica non può sfuggire alla tentazione di cantare il tradimento.

Anche un esecutore impeccabile come Francesco Renga, ha ceduto alla tentazione di parlare di tradimento, sostituendo all’amore smielato a cui di solito ci ha abituato, quel turbinio di sensazioni e sentimenti che spingono a tradire il proprio partner. Questa notizia in realtà non dovrebbe stupire così tanto, in fondo non c’è nulla di più naturale per un cantante che è stato sotto i riflettori per un presunto tradimento da parte della propria compagna, parlare di tradimento all’interno di una sua canzone.

Una provocazione un po’ troppo forte, forse per il pubblico e la giuria di Sanremo che non ha apprezzato molto. È innegabile comunque che Renga con la sua Vivendo adesso, offra una perfetta descrizione di un’amore che vuole essere taciuto, nascosto, per non perdere quella bellezza e quelle sensazioni tipiche dell’amore clandestino. E poi ben venga il tradimento soprattutto se aiuta a riscoprire entrambi i partner più innamorati di prima.

Redazione

CREA IL TUO PROFILO ANONIMO

facile
discreto
sicuro