Blog
Adulterio, infedeltà, avventure

geografia-del-tradimento.jpg

Geografia del tradimento

22/04/2016, 15:43

Paese che vai, traditore che trovi; e anche in Italia, come in tutti i paesi del mondo, funziona così: ogni luogo, ogni città, ha le proprie abitudini in merito alle passioni extra coniugali. Per esempio tra nord, centro e sud c’è una grande differenza in merito all’età media del traditore.

Nord: le regioni settentrionali vantano un primato dei tradimenti in età giovanile. Infatti ci si affaccia a questa antica arte già all’età di 19 anni. È il periodo in cui gli ormoni sono in fermento non importa se si ha già una fidanzata a casa che ci aspetta: se la mente chiama, il corpo risponde. Sono in tanti che si concedono ai piaceri della carne, forti del fatto che da giovani tutto è concesso!

Centro: nel centro Italia l’età aumenta, salendo a circa 38 anni: è il classico caso di una vita coniugale non soddisfacente in cui l’unica via d’uscita è tradire. Sia uomini sia donne si ritrovano dunque a cercare fuori dalle mura domestiche quel piacere e quel brivido che quasi si è dimenticato. Riscoprire i brividi e le sensazioni che un rapporto fisico possono regalare è il loro obiettivo.

Sud: in meridione invece l’età si alza notevolmente: si va dai 55 anni in su. La gelosia, in questo caso, gioca un ruolo cruciale in quanto tradire non è proprio così semplice come sembrerebbe. Gli uomini e le donne del sud sono molto focosi e passionali, soprattutto con il proprio partner. Al tradimento ci arrivano molto tardi con la consapevolezza che ormai è un “gioco” da concedersi quando si ha praticamente tutto. Un gioco che però piace e anche tanto, perché una volta iniziato difficilmente lo si abbandona anzi, piace sempre di più.

Redazione

CREA IL TUO PROFILO ANONIMO

facile
discreto
sicuro