Blog
Adulterio, infedeltà, avventure

segnali-di-tradimento.jpg

Comunicazione non verbale: i segnali di tradimento da evitare

13/11/2012, 17:48

Un argomento del quale chi tradisce o ha intenzione di tradire non può assolutamente essere digiuno è senz’altro quello della comunicazione non verbale. In quest’ambito si inserisce la disciplina denominata Programmazione Neuro Linguistica, lo studio che aiuta la consapevolezza dei propri comportamenti al fine di poterli cambiare e correggere, che può rivelarsi utile al fine di evitare gli inconsapevoli segnali di tradimento. Oggi la popolarità della PNL, in aumento anche grazie a telefilm di successo ad essa dedicati, la sta portando a conoscenza di sempre più grandi pubblici, quindi il nostro partner potrebbe potenzialmente trovare conferma ai suoi sospetti da piccoli, involontari segnali di tradimento che rischiamo di inviare a nostra insaputa. Bisogna innanzitutto infatti tenere presente che, quando si mente, (ad esempio riguardo a dove si è passata la serata) il corpo subisce delle alterazioni dovute allo stress cui è sottoposto. Queste alterazioni possono essere più o meno accentuate a seconda della personalità, ma tutti ne vengono coinvolti. Quando raccontiamo una scusa per giustificare la nostra assenza al nostro partner teniamo ben presente che In primo luogo è importante prestare attenzione al canale uditivo: meglio cercare per quanto possibile di parlare senza pause, non infarcire il discorso con informazioni irrilevanti solo per acquisire credibilità in quanto si potrebbe ottenere l’effetto opposto, parlare alla velocità consueta senza cercare di chiudere l’argomento con fretta sospetta. In secondo luogo “occhio” allo sguardo: spostare gli occhi in alto a sinistra testimonierebbe infatti la verità di quello che si sta affermando, in quanto sintomo di “ricerca nella memoria”, in alto a destra o diretto mentre si risponde a una domanda è invece indizio di menzogna e invenzione. Inoltre tra i potenziali segnali di tradimento può esserci la gestualità: meglio evitare di muoversi e gesticolare molto più di quanto si fa di solito, ma anche la totale assenza di gestualità e la posizione a braccia conserte.  Più difficili da controllare sono invece le microespressioni facciali, vale a dire quelle espressioni del viso caratterizzate da una durata molto breve (massimo 3 decimi di secondo), ma che proprio per questo risultano molto difficili da cogliere. Ovviamente, a meno di essere sposati con Sherlock Holmes, non è necessario essere pienamente in controllo di ogni centimetro del proprio corpo. L’importante è prendere alcuni accorgimenti, come prepararsi una storia verosimile e tenerla bene a mente per il futuro, ma soprattutto ricordare che un rapporto sano e autentico, sincero, non sarà mai messo a repentaglio da un’infedeltà, con o senza segnali di tradimento.

Redazione

CREA IL TUO PROFILO ANONIMO

facile
discreto
sicuro